il Programma

Oltre 100 appuntamenti fra dibattiti, confronti, presentazioni di libri e interviste, workshop, musica, reading e letture dal vivo.
Gli eventi potranno essere seguiti dal vivo previa registrazione, i posti sono limitati in ottemperanza alle misure di igiene e sicurezza, e verranno trasmessi in diretta streaming su Facebook e Youtube;
Gli eventi potranno essere seguiti dal vivo previa registrazione, i posti sono limitati in ottemperanza alle misure di igiene e sicurezza;
Gli eventi verranno trasmessi in diretta streaming su Facebook e Youtube.

Democrazie alla prova:
sicurezza, diritti e libertà

9 e 10 ottobre

7 ottobre

Campus
Santa Chiara
ore 10:30

L’evento potrà essere seguito dal vivo a Santa Chiara.
In contemporanea verrà trasmesso in streaming su schermo a San Giuseppe.

Se in tempo di pace e di prosperità chiediamo a Omero d’insegnarci la vita, a ogni rivolgimento della Storia dovremmo deporre Iliade e Odissea e affrettarci a riprendere in mano l’Eneide. Andrea Marcolongo ci fa scoprire l’essenza vera di Enea. L’eroe che cerca un nuovo inizio con in mano il bene più prezioso: la capacità di resistere e di sperare. Una lezione attualissima.

9 ottobre

Lector Ragazzi
Community Library
ore 9:30

In collaborazione con Hamelin

Incontro con l’autore per le scuole di tutto lo stivale

Gli autori hanno firmato diverse graphic novel, tra cui Fiato sospeso (Tunué), Premio Boscarato 2012 e Premio Orbil 2013 e 21 giorni alla fine del mondo (Il Castoro); e per i più piccoli, Gaetano e Zolletta (Bao Publishing). L’ultimo libro di Silvia Vecchini Prima che sia notte uscito per i tipi di Bompiani tratta il delicato tema della diversità e della malattia attraverso una lingua misurata che passa dalla prosa alla poesia.

Lector Ragazzi
Community Library
ore 10:15

In collaborazione con Hamelin

Incontro con l’autore per le scuole di tutto lo stivale

Più di cento anni fa, una scommessa portò Phileas Fogg a cimentarsi nel celebre “Il giro del mondo in 80 giorni”, inseguito dal detective Fix. Oggi, i tris–nipoti di questi baffuti personaggi hanno deciso di ripercorrere lo stesso itinerario. Nell’incontro con uno degli autori de Il giro del mondo in 80 esperimenti si può scoprire un pianeta ricco di bellezza, cultura e idee ingegnose, ma anche di grattacapi globali come le isole di plastica e il cambiamento climatico. Un viaggio per capire meglio il mondo e mettere in moto sia la testa che le mani.

Lector Ragazzi
Community Library
ore 11:00

In collaborazione con Hamelin

Incontro con l’autore per le scuole di tutto lo stivale

In Chiuso per ferie (Topipittori 2006) in un appartamento vuoto per le vacanze antichi antenati escono da vecchie foto iniziando a godersi gli spazi della casa in maniera completamente inattesa, in Per fare il ritratto di un pesce (Orecchio Acerbo 2015) due storie si intrecciano mescolando i tentativi di un pittore di ritrarre un pesce e il gioco sfrenato dei bambini. Nel suo ultimo lavoro Aspettando Walt (Orecchio Acerbo 2019) un bambino e una bambina aspettano un personaggio mitico che però non arriva.

Parole di carta
ore 12:00

Una famiglia normale scopre un giorno di essere diventata speciale. Due adolescenti milanesi scoprono un giorno di avere la pelle nera, quando vengono insultati su un autobus. Com’è la nuova quotidianità di una mamma adottiva in un paese razzista? Il racconto di un’Italia che crediamo di conoscere e saper proteggere meglio, quella delle nostre famiglie, Un libro che ci costringe ad aprire gli occhi sulla quotidianità della violenza discriminatoria, che dal dibattito pubblico è capace di penetrare fin dentro le mura di casa.                                                                                 

interviene
Animakids
ore 14:30

a cura di Luigi Iovane, direttore artistico del festival Imaginaria

Amore d’inverno

di Isabel Herguera, 7’44, Italia-Spagna, 2015
Mentre una coppia passeggia lungo un fiume, i cacciatori risalgono una collina e alcuni amici ricordano Ester Ferrero la ballerina di Clavesana, simbolo di amore libero. La donna che partecipa alla cena, lentamente svanisce in un paesaggio invernale.

 

Belly Flop

di Jeremy Collins, Kelly Dillon, 4’52, Sud Africa, 2017
Belly Flop è un cortometraggio ispirato alla perseveranza che racconta la divertente storia di Penny, una ragazzina impavida che cerca di rubare la scena a una talentosa tuffatrice.

 

Cuerdas

di Pedro Solis Garcia, 11′, Spagna, 2014
“Cuerdas” (ovvero corde) è un corto spagnolo già vincitore di numerosi premi ma soprattutto è vincitore del Goya 2014 come “miglior corto di animazione”. Cuerdas è la storia di una profonda amicizia tra una ragazza, Maria, e un bambino “speciale”: un bimbo che non può né camminare, né muoversi e neppure parlare poiché affetto da paralisi celebrale.

Lector Ragazzi
Community Library
ore 15:30

in collaborazione con Hamelin
incontro formativo di Sualzo e Silvia Vecchini per insegnanti, genitori, educatori, librai, operatori.

Silvia Vecchini e Sualzo, attraverso la lettura di alcuni dei loro libri, (Una cosa difficile, Gaetano e Zolletta, Telefonata con il pesce e 21 giorni alla fine del mondo) si interrogano su cosa vuol dire pensare e raccontare con le parole e con le immagini e cosa può scaturire dall’incontro tra le due.

 

Silvia Vecchini dal 2000 scrive per bambini e ragazzi: storie illustrate per i più piccoli, libri che raccontano opere d’arte, romanzi per ragazzi. Poeta raffinata, ha pubblicato raccolte di poesia per Topipittori, Acerbo sarai tuPoesie della notte del giorno di ogni cosa intorno; indaga il mistero della parola scrivendo sui sassi e incontrando bambini e ragazzi nelle scuole, in biblioteca e nelle librerie per letture e laboratori di scrittura. Antonio “Sualzo” Vincenti è autore di fumetti e disegnatore. Con il suo primo graphic novel L’improvvisatore (Rizzoli-Lizard) ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura del Festi’BD di Moulins 2009 ed è stato tra i cinque finalisti del Premio Micheluzzi 2010.Insieme hanno firmato la graphic novel Fiato sospeso (Tunué), Premio Boscarato 2012 e Premio Orbil 2013; e per i più piccoli, Gaetano e Zolletta (Bao Publishing) e alcuni romanzi come 21 giorni alla fine del mondo e La zona rossa (Il Castoro).

Scuola per la Buona Politica
Santa Chiara
ore 16:00
Servizio di traduzione simultanea

in collaborazione con Friedrich-Ebert Stiftung

Italia e Germania, regionalismi a confronto

Unificazioni che non hanno unito il paese: questo discorso è valido sia per l’Italia che ancora 160 anni dopo la creazione dello Stato nazionale deve fare i conti con un forte divario fra il Nord e il Sud del paese che la Germania che a più di trent’anni dalla caduta del muro di Berlino non è riuscita a superare il dislivello fra est e ovest.
Quali sono i divari che fanno da linea di demarcazione invisibile in Germania in Italia, guardando l’economia, il mercato del lavoro, i redditi? E quali sono le prospettive nell’immediato futuro? Possiamo sperare in un avvicinamento o dobbiamo temere un’ulteriore divaricazione fra le parti più ricche e quelle più povere dei due paesi? Ne discutono Francesco Prota, Università di Bari, e Philipp Fink, Fondazione Ebert, ufficio di Stoccolma e autore del report “Ungleiches Deutschland” (“La Germania diseguale”).

introduce
VentiVenti
Santa Chiara
ore 17:15
Evento rinviato al prossimo episodio.

Per la prima volta nella storia della modernità, la società sta cambiando più in fretta del pensiero che dovrebbe comprenderla (e criticarla). Finora, a fronte delle crisi ricorrenti, la teoria sociale è sempre riuscita a indicare delle vie di uscita. Oggi, pur in presenza di una crisi dagli effetti sociali devastanti, non emergono modelli di regolazione alternativi a quello esistente. Per affrontare le sfide del presente occorre recuperare una dimensione “verticale”, comunitaria, della politica e del legame sociale, in cui libertà non significhi esclusivamente lotta individuale per la sopravvivenza.

In un format nuovo e originale i protagonisti di “VentiVenti”, incontrano gli ospiti del Festival.
Interverranno Vittorio Di Lorenzo, Marco Patruno, Francesco Romito.

Incontro con
Pagina’21
San Giuseppe
ore 18:00
Eva Giovannini non potrà partecipare all'evento. Interviene Mario Ricciardi.

La pandemia di Covid-19 ha modificato il rapporto tra Stato e cittadini, tra cittadini e politica. Non è una scelta di nessuno, semplicemente è accaduto. I governi si sono trovati a prendere delle decisioni drastiche rispetto alla limitazione della libertà personale per far fronte all’avanzare del contagio e come prima e logica conseguenza, per la prima volta nella storia dell’uomo tutto il mondo si è fermato nello stesso momento, la libertà di ognuno di noi è stata messa in discussione. Quale impatto ha avuto il Covid-19 sulle nostre democrazie? Cosa è accaduto e cosa potrà accadere?

interviene
Eva Giovannini

presenta Oscar Buonamano

Dialoghi
San Giuseppe
ore 19:30

In collaborazione con CoReCOM Puglia

La crisi delle identità figlia della globalizzazione e l’evoluzione dei media con l’esplosione dei social stanno mettendo a dura prova le democrazie. Nei paesi dove si sono affermate forme illiberali di democrazia la libertà di informazione è sempre più soffocata ma anche dove la sua libertà non è a rischio le cose non vanno troppo bene. I media tradizionali si sono indeboliti, internet e i social media hanno imposto nuovi linguaggi, portato con sé grandi vantaggi ma anche nuovi e assai efficaci meccanismi di diffusione di fake news e di manipolazione del consenso dai quali dobbiamo ancora imparare a difenderci.

Interviene
Leggere parole
Santa Chiara
ore 21:00

Godono di buona salute le nostre democrazie? Ascoltare e riflettere per comprendere meglio ciò che sta accadendo ai processi partecipativi e democratici in Europa e nel resto del mondo. Ad una crisi generale di valori e di ideali si accompagna un impoverimento culturale di tutta la società contemporanea. Mario Ricciardi e Oscar Buonamano affronteranno questa delicata questione con Leonardo G. Luccone che leggerà brani scelti da La lotteria di Shirley Jackson, un racconto che pone in modo drammatico la questione delle scelte democratiche e che c’interroga sullo stato di crisi delle nostre democrazie. «Ho saputo» disse Mr Adams al Vecchio Warner accanto a lui «che nel villaggio su a nord parlano di lasciar perdere la lotteria». Il Vecchio Warner sbuffò. «Pazzi scatenati» disse. «Se stai a sentire i giovani, non gli va bene niente. Manca poco che vorranno tornare a vivere nelle caverne, nessuno più che lavora, e prova a vivere così per un po’. Una volta c’era un detto, “Lotteria di giugno, spighe grosse in pugno”. In men che non si dica mangeremmo tutti erba bollita e ghiande. Una lotteria c’è stata sempre» soggiunse stizzito.

Fuori orario
ore 22:30

Ricorre quest’anno il 35° anniversario di uno dei film più famosi della storia, Ritorno al Futuro, la pellicola cult degli anni Ottanta prodotta dal maestro della fantascienza Steven Spielberg e diretta da Robert Zemeckis. Uscito nelle sale americane il 3 luglio del 1985 e arrivato in Italia solo nell’ottobre dello stesso anno, è un successo mondiale perché affascina e riguarda l’umanità tutta e non una singola cultura.
Attraverso una lettura ragionata del film, il professore Giorgio Simonelli, ci condurrà tra passato, presente e futuro. Una riflessione sulla condizione umana tra le paure e la voglia di cambiamento, tra la conservazione e il progresso.

10 ottobre

Campus
San Giuseppe
ore 9:30

Ponti e muri sono due idee di Europa: una focalizzata sulla paura, il bisogno di sicurezza e di nemici, e l’altra che aspira a un luogo che risponde al bisogno di futuro e di essere comunità capace di accogliere. Storie di muri e di ponti, di campi di battaglia diventati luoghi di incontri, di viaggi e di scambi Erasmus, storie di generazioni di giovani che di quella passione hanno fatto un lavoro

interviene
Campus
ore 10:15

Se in tempo di pace e di prosperità chiediamo a Omero d’insegnarci la vita, a ogni rivolgimento della Storia dovremmo deporre Iliade e Odissea e affrettarci a riprendere in mano l’Eneide. Andrea Marcolongo ci fa scoprire l’essenza vera di Enea. L’eroe che cerca un nuovo inizio con in mano il bene più prezioso: la capacità di resistere e di sperare. Una lezione attualissima.

Lector Ragazzi
Community Library
ore 10:30

in collaborazione con Hamelin

Ha immaginato viaggi verso la Luna e negli abissi marini, ha concepito il cinema prima che venisse inventato e ha immaginato città illuminate dalla allora misteriosa elettricità: nessuno, più di Jules Verne, pioniere della speculative fiction, è riuscito a far immaginare ai suoi contemporanei il mondo che sarebbe arrivato. E lo ha fatto inventando un genere letterario e dimostrando come i libri per l’infanzia possono cambiare il mondo.

Lector Ragazzi
San Giuseppe
ore 11:15
Servizio di traduzione simultanea

in collaborazione con Hamelin

Incontro con l’autore per le scuole di tutto lo stivale

Santa Muerte è un thriller potente, efficace e attualissimo su chi cerca di varcare la frontiera, sui signori della droga e sulla guerra delle bande, ambientato oggi al confine tra Stati Uniti e Messico. Ad Anapra praticamente tutti i ragazzi sono assoldati in qualche banda, e da decenni avvengono rapimenti e femminicidi: appena fuori il confine, pericoloso obiettivo di molti.

Lector Ragazzi
Community Library
ore 11:30

in collaborazione con Hamelin

Maja Celija, come i più grandi illustratori, ha la capacità di leggere il testo, attraversarlo e andare sempre oltre, creando narrazioni parallele in cui gioca a sorprendere il lettore, a scoprire con lui le piste incongrue che apre attraverso una attenzione al dettaglio, ai più piccoli indicatori. Nel suo universo l’assurdo e l’incongruo sono sempre dietro l’angolo, fanno capolino anche nelle situazioni più quotidiane e sono spesso le creature “altre”, bambine, bambini, personaggi piccoli che intuiscono sempre quello che gli altri non sono capaci di vedere.

Parole del tempo
ore 12:00

Dai reportage delle terapie intensive ai ritratti dei medici e degli infermieri esausti, dalle città vuote al caso simbolico della città di Vo’, dalle industrie riconvertite per la produzione di articoli sanitari al distanziamento sociale, dai ritratti delle persone nelle proprie case durante il lockdown alla fotografia simbolo del Papa mentre prega per l’umanità in una Piazza San Pietro deserta. 50 scatti fotografici d’autore e in più di cento testimonianze raccolte nei giorni del lockdown in tutto il mondo, ci restituiscono una rappresentazione corale al tempo del Covid-19.

Doc
ore 14:00

Proiezione di “À première vue”, una finestra sui giovani talenti del cinema dei paesi del Mediterraneo provenienti dalle scuole ESAC (École Supérieure de l’Audiovisuel et du Cinéma) di Tunisi ESAV (École Supérieure des Arts Visuels) di Marrakech ALBA (Académie Libanaise des Beaux-Arts) di Beirut.

Animakids
ore 14:30

a cura di Luigi Iovane, direttore artistico del festival Imaginaria

Doll’s Letters

di Natalia Grofpel, 6’40, Russia, 2017
In una città frenetica una bambina perde la sua bambola è diventa diventa inconsolabile. Un simpatico postino escogita un piano per aiutare la ragazza a superare la sua perdita.

 

Between Times

di Ru Kuwahata & Max Porter, 15′, Paesi Bassi/USA, 2014
Dal muro di una piccola panetteria, un orologio a cucù scandisce il tempo in una magica giornata in cui sembra che tutte le cose si muovano in sincronia.

Lector Ragazzi
Community Library
ore 15:30
Servizio di traduzione simultanea

in collaborazione con Hamelin
Un incontro formativo per insegnanti, genitori, educatori, librai, operatori.

Una delle migliori firme del Guardian sulla letteratura per ragazzi, nei suoi romanzi ci sono il presente, quello più scottante e problematico, e il passato, le tradizioni, che in qualche modo si fanno chiave per leggere l’oggi. In Santa Muerte la frontiera fra Messico e Stati Uniti, la ricerca della libertà oltre il confine e il prezzo che bisogna pagare per ottenerla sono gli elementi che l’autore utilizza per tratteggiare le insidie della frontiera: una linea apparente che separa due stati, che in realtà è una no mans land infinita dove si infila tutta la sporcizia del mondo.

Round Table
San Giuseppe
ore 16:00

Alleanza Civica, La Giusta Causa, Pop, Le Sardine, La Puglia non si lega, movimenti civici e politici che occupano il vuoto lasciato dai partiti tradizionali e dalla politica. Bastano? Sono sufficienti per ridare vigore alla partecipazione attiva dei cittadini alla cosa pubblica? Una tavola rotonda, promossa da Pagina’21 – Rivista culturale online della Fondazione “Di Vagno”, sulla questione centrale dei nuovi processi democratici e le sfide che attendono la democrazia italiana.

introduce e modera
Scuola per la Buona Politica
San Giuseppe
ore 17:30

in collaborazione con Friedrich-Ebert Stiftung

Dopo le iniziali tensioni, e qualche posizione “incerta”, sulle modalità di sostegno da parte dei membri dell’UE da dare ai Paesi più colpiti dal Covid19, è emersa una presa di posizione significativa da parte della Germania che si è schierata a favore della posizione italiana, accompagnata dalle scuse ufficiali da parte della presidente (tedesca) della Comm Ue Von der Leyden, Un cambio di direzione dopo anni di “cordiale tensione” tra i due paesi. Ma qual è realmente l’immagine che questi due paesi hanno di sé e dell’altro? Un confronto sulle diverse percezioni, sociali, politiche , economiche e culturali tra i due paesi.

Parole del tempo
San Giuseppe
ore 19:00

Il Ventunesimo secolo è punteggiato con una serie ininterrotta di manifestazioni popolari che hanno portato in piazza un diffuso scontento: i girotondi, i vaffa days, la primavera araba, Occupy Wall Street, gli Indignados, i forconi, i gilet gialli, le manifestazioni sul clima, le rivolte in Cile, a Hong Kong, in Libano… È un conflitto di tipo nuovo rispetto a quello organizzato da partiti e sindacati: a contrapporsi non sono più le classi o le famiglie politiche tradizionali. Quello a cui assistiamo è un conflitto tra pochi e molti: tra chi detiene il potere – chiunque sia? e chi sente di non contare nulla.

interviene
Onde radio
Santa Chiara
ore 21:00

in collaborazione con Fondazione “Paolo Grassi”

Omaggio a Beethoven della Fondazione Paolo Grassi nel 250° anniversario della nascita del compositore di Bonn.

con Artisti dell’Accademia del Belcanto “Rodolfo Celletti”
Miryam Marcone, soprano
Margherita Rotondi, mezzosoprano

e Trio “Gioconda De Vito” della Fondazione Paolo Grassi
Silvia Grasso, violino
Gaetano Simone, violoncello
Liubov Gromoglasova, pianoforte

introduce
Leggere parole
San Giuseppe
ore 21:30

Quando nel 1949 La lotteria di Shirley Jackson fu pubblicato sul «New Yorker» si scatenò un pandemonio. Molti lo presero alla lettera, reagendo all’istante e poi per lungo tempo con missive indignate o atterrite alla redazione. Certe cose non potevano nè dovevano succedere. Eppure la storia si presenta in tutta innocenza quale pura e semplice descrizione della lotteria che si svolge nell’atmosfera pastorale e idilliaca, di un villaggio del New England in un luminoso mattino di giugno – come ogni anno da tempo immemore.
Leonardo G. Luccone introduce, legge e commenta il racconto di Shirley Jackson.

info

Durante i Festival sarà possibile seguire le dirette streaming di tutti gli eventi presso la Community Library di San Benedetto, fino ad esaurimento posti, con registrazione all’ingresso.

L’ingresso a tutti gli eventi è libero e gratuito su prenotazione fino ad esaurimento posti. In caso di pioggia gli appuntamenti all’aperto si svolgeranno presso San Giuseppe, Chiesa di Santa Chiara e San Benedetto.

Le informazioni sul programma, i cambiamenti dell’ultima ora, gli spostamenti di luogo in caso di pioggia o altro, gli eventi sospesi o soppressi, sono costantemente aggiornate su questo sito www.lectorinfabula.eu oppure possono essere richieste presso l’infopoint, telefonicamente alla segreteria organizzativa.

Gli spettatori presenti agli eventi acconsentono e autorizzano qualsiasi uso futuro delle eventuali riprese fotografiche, audio e video che potrebbero essere effettuate.

TORNA SU